Icardi, situazione intricata: la Samp vuole tenerlo, il giocatore è furioso e la Lazio…

Alla ricerca di un vice-Klose. Il mercato della Lazio sta cominciando a prendere forma. L’obiettivo dichiarato di Lotito e Tare è quello di cedere, sfoltire una rosa ampia e dare la chance di giocare a chi, in questo inizio di stagione, il campo lo ha visto poco o nulla. Vendere anche per incassare e risparmiare su ingaggi spesso molto onerosi, vendere per poi puntellare l’organico a disposizione di Petkovic. La priorità è trovare un attaccante che possa essere non solo un’alternativa, ma anche una spalla di Miro Klose. L’ultimo nome accostato ai biancocelesti è quello di Mauro Icardi, classe ’93, attaccante della Samp, cresciuto nella cantera del Barça. 12 presenze e 1 gol in questo prima parte di stagione, ma soprattutto un impatto importante con la Serie A a soli 19 anni. Gli addetti ai lavori ne parlando come un predestinato, un giocatore pronto già ora per grandi palcoscenici. Perché allora la Samp dovrebbe privarsene già a gennaio? Garrone e Osti, in effetti, non vorrebbero cederlo, ma la situazione è difficile. Rewind: Icardi aveva chiesto all’ex ds Sensibile un permesso per partecipare al Torneo Sudamericano con l’Argentina U-20. Un permesso revocato dal nuovo ds, Carlo Osti. Una decisione che ha mandato su tutte le furie il giocatore che, ora, vuole cambiare aria.

CONCORRENZA FOLTA – Tutti sull’Icardi furioso. Inter e Fiorentina pressano stretto.Stramaccioni lo ritiene perfetto per completare il pacchetto offensivo con Milito (e tra poco anche Rocchi), mentre Montella vorrebbe farlo crescere sotto l’ala protettiva di Toni e Jovetic. La Lazio monitora, il giocatore piace anche al ds Tare. La Sampdoria, però, non vuole farsi prendere per la gola, non ci sta e –secondo indiscrezioni raccolte in Esclusiva dalla nostra redazione- la settimana prossima ha fissato un incontro con l’entourage del giocatore per cercare di ricomporre la situazione e trattenere il giocatore fino a giugno. Troppo importante il giovane Mauro per le sorti della Doria, priva anche dell’infortunato Maxi Lopez. Il giocatore, però, è deluso e vorrebbe andare via. Se la posizione non dovesse cambiare dopo l’incontro d’inizio anno, allora il club ligure potrebbe decidere di fissare il prezzo e cedere il giocatore. A quanto? Circa 7-8 milioni. Una cifra importante, che in pochi sono disposti a spendere. La Lazio fa da spettatrice, il giocatore è gradito, ma il prezzo non è tra i più accessibili. Si potrebbe lavorare su uno scambio, forse se n’è anche parlato. Alla Samp piacciono Zarate e Floccari, Delio Rossi sarebbe felice di riabbracciare il figliol prodigo di Haedo, ma l’ingaggio di Maurito frena ogni ragionamento. Per questo, la Lazio è in posizione di attesa, ancora non ha scoperto le sue carte, in questo momento non può essere considerata in prima fila per Icardi. Non ci sono stati contatti tra il club biancoceleste e gli agenti del giocatore che, però, considera la Lazio una piazza più che gradita. Icardi è un’idea, al momento solo un’idea. Più avanti chissà.

 

Fonte: MarcoValerio Bava-Lalaziosiamonoi.it

Commenti La Mia Lazio

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*