Mainz-Lazio 3-0: altra doccia gelata per i biancocelesti

Fonte: Alessandra Cinelli - lamialazio.altervista.org
Pubblicato: 29 luglio 2015 alle 21:40

Mauricio

In quel di Magonza è andata in scena l’ultima amichevole della Lazio. Quest’oggi la sfidante è stata il Mainz di Schmidt, militante nella Bundesliga. Alle 19:30 le due squadre sono scese in campo allo Bruchwegstadion con le seguenti formazioni: Lazio (3-4-3) con Marchetti fra i pali, Mauricio, Gentiletti e Hoedt a comporre la linea difensiva, basta, Onazi, Parolo e Lulic a centrocampo e infine Candreva, F.Anderson e Klose(C) per l’assetto offensivo. Il Mainz (4-2-3-1) con Karius; Brosinski, Bell, Balogun, Park; Clemens, Frei, Baumgartlinger, Samperio, Malli; Muto. Il calcio d’inizio è in favore del Mainz. I primi minuti sono caratterizzati da poche azioni, oltre ad una pallonata rimediata da Candreva al 2’, la prima punizione per il Mainz e un fuorigioco di Klose, bisogna aspettare il 10’ per arrivare ad un’azione semi-pericolosa: una ripartenza dei biancorossi mette in difficoltà la Lazio e solo grazie a Gentiletti, che riprende palla vicino l’area di rigore, si evita il primo gol a sfavore. La reazione della Lazio non si fa aspettare e Candreva tenta il primo tiro in porta, ma è molto blando e timido, esce abbondantemente fuori. Al 24’ i biancocelesti riescono a costruire un’ottima azione: Felipe si invola da solo nell’area di rigore avversaria con lo specchio della porta abbondantemente aperto, ma il talento verdeoro spreca clamorosamente l’occasione. Una Lazio in crescendo che al 29’ la Lazio riparte in contropiede e mette in mezzo, ma il gli avversari spazzano di testa e la palla finisce sui piedi del n.10 biancazzurro:altra opportunità mancata. Al 32’ Gentiletti sfiora l’autogol per mettere fuori il pallone. Esattamente dieci minuti dopo arriva il gol del Mainz: si invola Muto, insacca Malli a porta vuota. Anche qui la reazione non si fa attendere e Klose stava per portare in parità il risultato, ma la prontezza di riflessi di Karius, il portiere, negano il gol. Così finisce il primo tempo, il migliore in campo è stato Hoedt, protagonista di tutti gli interventi della difesa. La ripresa vede subito due cambi: Cataldi per Parolo e Keita per Klose, ma neanche il tempo di sistemarsi in campo che arriva il raddoppio: Samperio segna un gol simile al primo di Malli. Fino al 59’ nessuna azione particolare se non un gol mangiato da Mainz, con Bengtsson che spara alto. Al 60’ arriva un altro cambio: Biglia per Onazi, che subito si fa vedere calciando un mancino che sfiora il palo. Ma al 69’ arriva la definitiva doccia gelata per la Lazio con il 3-0 per i biancorossi. Da qui alla fine l’unica cosa da sottolineare sono i tre cambi di Pioli: Patric, Oikonomidis e Perea per Basta, Candreva e F. Anderson. Con 15 secondi d’anticipo, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Alla Supercoppa mancano 9 giorni e i biancocelesti non sono ancora pronti per affrontare un avversario come la Juve, vedendo queste amichevoli. Pioli e i suoi devono lavorare ancora tanto.

Commenti La Mia Lazio

commenti